Notizia inserita il 17 Ottobre 2019

Dal 25 al 27 ottobre, si terrà, anche quest’anno a Roma, il XXI congresso nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica, AIOM, con l’obiettivo costante, da parte di tutti gli interlocutori, di individuare le corrette strategie per offrire la migliore cura possibile a ciasciun paziente, “the best care for every patient”.

Le novità della ricerca oncologica consentono di ottenere cure sempre più efficaci e terapie sempre meno invasive (dall’ormonoterapia e dalla chemioterapia alle terapie a bersaglio molecolare e all’immunoterapia). Anche quest’anno saranno presentati i contributi forniti dell’oncologia italiana alla ricerca mondiale, non dimenticando le problematiche della ricerca in Europa e in Italia. Il consueto spazio sarà dedicato alla presentazione dell’aggiornamento delle Linee Guida AIOM, strumento di appropriatezza diagnostico-terapeutica, e dei dati epidemiologici sul cancro.
Le raccomandazioni per la gestione clinica e laboratoristica dei test biomolecolari permettono di assicurare qualità ai test e trattamenti personalizzati ai pazienti in tutto il territorio nazionale. Sta diventando sempre più importante anche la valutazione delle alterazioni di alcuni geni coinvolti nelle forme ereditarie di taluni tumori: ciò può infatti rappresentare un ulteriore e nuova modalità di prevenzione del cancro. E di prevenzione si parlerà molto durante questo congresso, ci si occuperà inoltre di qualità di vita: durante i trattamenti, durante le fasi terminali e dopo il cancro.

Nel pomeriggio della prima giornata, venerdì 25, avrà luogo la sessione educazionale dedicata a sarcomi e GIST. Questi i titoli delle relazioni: “Differenti tipi istologici dei sarcomi della parete toracica”, “Il tumore di askin: un differente ewing?”, “I condrosarcomi”, “La fibromatosi desmoide”, “I sarcomi della mammella”, “Che cosa dicono le Linee Guida AIOM”, “Le raccomandazioni 2019 sull’implementazione dell’analisi mutazionale e sulla gestione del paziente con Tumore Stromale Gastrointestinale (GIST)”.

Fondazione AIOM dedicherà la giornata precongressuale del 24 ottobre al delicato tema della comunicazione efficace e attenta tra oncologo e paziente. Con il titolo “Le attese dei pazienti, le risposte degli oncologi”, la giornata porrà l’attenzione su momenti delicati e cruciali, come la scoperta della malattia, il riconoscimento di una cura non efficace, la valutazione della partecipazione a studi clinici, su che cosa, quindi, il paziente vorrebbe e in che modo il medico oncologo può fare fronte alle esigenze.

Il convegno degli Infermieri di oncologia, programmato dal Working Group AIOM Infermieri, continuerà l’appuntamento annuale per discutere i continui cambiamenti assistenziali e il nuovo ruolo dell’infermiere in oncologia.

CLICCA QUI per scaricare il programma congressuale (pdf 2,82 MB)
Per ulteriori informazioni: https://congresso.aiom.it/

CLICCA QUI per scaricare il programma dell’evento precongressuale “Oncologi e pazienti. Le attese dei pazienti, le risposte degli oncologi

Altre sezioni

il-sarcoma
io-paziente

i-centri
documenti

glossario

 

Altre notizie: