Notizia inserita il 7 Novembre 2014

Il suo nome è YAP ed è una proteina dal cui malfunzionamento potrebbe dipendere l’insorgenza del rabdomiosarcoma, un tumore raro a carico dei muscoli che colpisce soprattutto i bambini.

A scoprirlo, in uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Cell, un gruppo di ricerca internazionale coordinato dall’Harvard University.

“Il rabdomiosarcoma è un tumore che può svilupparsi su ogni muscolo scheletrico del corpo, anche se circa il 40 per cento dei casi origina dalle regioni della testa e del collo”, spiega la prima firmataria dello studio Annie Tremblay, dell’Harvard University.

“Abbiamo scoperto che in caso di malattia, l’eccessiva attività di una proteina chiamata YAP fa sì che le cellule staminali che danno origine al tessuto muscolare di dividano in maniera permanente invece di interrompere la loro divisione per dar vita al nomale tessuto muscolare”.

Nel normale processo di sviluppo dei muscoli, le cellule staminali danno vita a mioblasti che cominciano a moltiplicarsi fino ad “assemblarsi” in fibre muscolari. YAP svolge un ruolo cruciale in questo processo: funziona come un interruttore e nel momento in cui c’è un sufficiente numero di mioblasti interrompe il processo di moltiplicazione.

Nel caso del rabdomiosarcoma YAP rimane attiva e non interrompe il processo di moltiplicazione. Ha così origine il tumore. 

 

La scoperta, secondo gli autori, potrebbe avere in futuro importanti implicazioni cliniche:“Se riuscissimo a inibire la proteina YAP potremmo interrompere lo sviluppo del tumore e farlo ritornare normale tessuto muscolare”, illustra Tremblay.

Altre sezioni

il-sarcoma
io-paziente

i-centri
documenti

glossario

 

Altre notizie:

sarcoma.jpgregorafenib.jpg