Il paziente con sarcoma deve far pervenire al proprio datore di lavoro – sia esso impresa privata o pubblica – il certificato medico redatto dal proprio medico che attesti il suo stato di salute. Se la diagnosi di sarcoma è tale da compromettere il normale svolgimento delle funzioni lavorative, la persona con sarcoma ha il diritto di richiedere il riconoscimento dell’invalidità civile, seppur provvisoria, secondo una classificazione per gradi, mantenendo in ogni caso il proprio posto di lavoro.

Altri diritti della stessa tipologia