Di cosa si tratta

Quattro possibili schemi di terapia sono allo studio per valutare quale di questi ottenga i migliori risultati, considerando sia l’efficacia del trattamento sia i suoi effetti tossici, nei casi di pazienti con una recidiva di sarcoma di Ewing o con forme di questo sarcoma che hanno mostrato una resistenza al trattamento. Gli schemi terapeutici prevedono in tre casi l’utilizzo di due farmaci (topotecan e ciclofosfamide; irinotecan e temozolomide; gemcitabina e docetaxel) e in uno ifosfamide.

Nome completo
Studio internazionale controllato, randomizzato per il trattamento chemioterapico di pazienti con sarcoma di Ewing in ricaduta o resistenti (rEECur, EudraCT number 2014-000259-99

Patologia: sarcoma di Ewing

Età: adulto, pediatrico

Stato del trial
Reclutamento in corso

Tipo di studio
Interventistico, internazionale, multicentrico, randomizzato, in aperto di fase II/III, multi fase in aperto a bracci multipli di trattamento.

Intervento
Trattamento chemioterapico in pazienti con sarcoma di Ewing in ricaduta o resistenti.

Chi può prendervi parte
Possono partecipare pazienti di età uguale a o maggiore di 4 anni e minore di 50 anni con diagnosi di sarcoma di Ewing dell’osso o dei tessuti molli in ricaduta o resistenti. Sono previsti diversi altri precisi requisiti per l'inclusione o l'esclusione del paziente dallo studio: maggiori informazioni possono essere richieste al proprio oncologo.

Cosa prevede lo studio
Lo studio prevede almeno 275 pazienti per la fase II e almeno 400 per la fase III. In Italia sono previsti 50 pazienti. Il trattamento sperimentale prevede l'utilizzo dei seguenti farmaci nell'ambito di 4 possibili schemi chemioterapici: topotecan, ciclofosfamide, irinotecan, temozolomide, gemcitabina, docetaxel, ifosfamide.

Risultati

Centri coinvolti
Promotore dello studio è l'Università di Birmingham. I Centri coinvolti in Italia sono: IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna; IRCCS Istituto Giannina Gaslini, Genova; IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano; AOU Padova; Ospedale Infantile Regina Margherita, Torino; Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer, Firenze; Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena”, Roma; Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Roma.

Fonti
Italian Sarcoma Group (ISG) (9 settembre 2014)

Altri studi clinici per la stessa patologia